Feed on
Posts
Comments

Continua la saga delle Birre artigianali che sorprendono sempre più  per l’elevatassima qualità del prodotto; vedrete che dopo aver assaggiato una birra artigianale, anche di media fattura,  dimenticherete la birra del supermercato! Vi presento un micro birrificio che propone prodotti di  grande classe ed estrema bevibilità,  siamo in Veneto, precisamente a Morgano in provincia di Treviso. La birra Morgana è una birra artigianale ad alta fermentazione, non filtrata nè pastorizzata. Le fasi di lavorazione (cottura e filtrazione del mosto) avvengono a tini aperti, tale accorgimento implica un’ossidazione che, di volta in volta, incide in maniera diversa sul prodotto finale. Le temperature in fase di produzione e di stoccaggio sono controllate parzialmente. Le varietà del luppolo utilizzate (Hallertau o Tetting tedesco come il Saaz ceco) variano sensibilmente anche in funzione delle stagioni. L’esigua quantità prodotta per ogni cotta e l’utilizzo di un impianto a controllo quasi completamente mauale, ne fanno un prodotto suscettibile a molteplici variabili, umane e climatiche. Dopo la fermentazione primaria l’imbottigliamento è soggetto ad una modica aggiunta di zucchero che aiuta la fermentazione secondaria, tale accorgimento produce un leggero aumento del tenore alcolico dovuto alla trasformazione da parte del lievito, non ancora esaurito, delle sostanze presenti nella birra in alcol e anidride carbonica. Tale fase produce la formazione della classica gasatura naturale e la cosiddetta presa di spuma. Il processo di fermentazione continua, col passare dei giorni, attraverso un processo sempre più lento che contribuisce all’evoluzione del gusto. La variabilità cui il processo di produzione è soggetto può dare origine anche a notevoli differenze tra un lotto e l’altro. Tali differenze sono da intendere come una caratteristica peculiare della Morgana Birra col Fondo, artigianale e genuina.
Per saperne di più  guarda la video intervista realizzata da Paolo Penso di Wine  Indulgence a  Vinnatur 2010.

One Response to “Morgana, la birra col fondo”

Leave a Reply