Feed on
Posts
Comments

Qualche post fa ho parlato di un’innovativa realtà enogastronomica nata in provincia di Treviso, il laboratorio di “Gustolia”. Sono passati pochi mesi e Paolo Pellizzato e Gianluca Granzotto, sempre in “fermento”, ne hanno pensata un’altra: “Perché non abbinare i prodotti di Gustolia anche a una birra artigianale, inventandosela magari, che si in grado di sposarsi alla perfezione con i sapori dei cibi in vasetto?” Fantastico, ma la cosa non è delle più semplici bisogna trovare il birraio giusto, che faccia suo il progetto altrimenti, è tempo perso. La fortuna, si sa, aiuta gli audaci e Paolo e Gianluca trovano sulla loro strada il mastro birraio Ivano Borsato, un vero è proprio professionista del gusto, che per loro crea la birra “Gustolia Special”.
La Gustolia Special s’ispira alle birre di abazia, come tale, prodotta con l’antico metodo ad alta fermentazione, abbastanza alcolica e di buon corpo. Il colore è un oro carico, la schiuma persistente non manca di velare
la superficie anche dopo diversi minuti. All’esame olfattivo, profumi di frutta esotica matura lasciano poi lo spazio alla spezziatura di pepe e chiodi di garofano. Quando la beviamo, è una birra che punge la lingua, riempie il palato e lascia in bocca un amaro importante, ma per niente esagerato, prolungando la persistenza. L’alcolicità è buona, segno di una birra che si può versare all’affinamento prolungato in bottiglia.
Sarà prodotta in futuro anche nella sua versione vintage (invecchiata).
La Gustolia Special viene proposta in abbinamento con le specialità in vetro più tradizionali, quelle più gustose come le Trippe, Il coniglio alla cacciatora, la faraona in salsa Peverada e altre specialità che si possono degustare durante gli eventi Gustolia.

One Response to “Gustolia Special”

Leave a Reply