Feed on
Posts
Comments
Qualche giorno fa riordinando alcune foto ho rivisto gli scatti fatti durante la visita alla Maison Pannier. È passato quasi un anno e mi sono reso conto che di quel viaggio lampo a Château-Thierry, lembo de la Vallée de la Marne, in pratica, non ho scritto una riga. Tante le emozioni in una sola volta, troppi (si fa per dire) gli champagne bevuti, in un clima talmente conviviale che è stato impossibile prendere appunti. Come si suol dire non è mai troppo tardi; lascio alle immagini e a qualche didascalia il racconto di quella giornata.

Riordinando alcune foto ho rivisto gli scatti fatti durante la visita alla Maison Pannier. È passato quasi un anno e mi sono reso conto che di quel viaggio lampo (andata e ritorno in giornata) a Château-Thierry, lembo de la Vallée de la Marne, non ho scritto una riga. Tante le emozioni in una sola volta, troppi (bugia) gli champagne bevuti. Il clima conviviale e l’animo leggero hanno fatto il resto, quindi zero appunti. Poiché non è mai troppo tardi, come si suol dire, lascio alle immagini il racconto di quella giornata.

Maison Pannier a Château-Thierry. Louis Eugene Pannier fonda la Maison nel 1899 a Epernay. Nel 1937, il figlio di Louis acquista magnifiche cave medievali Château-Thierry, dove ha tuttora sede la Maison. Nel 1974, un gruppo di viticultori acquisisce il marchio. Nel 1999, un gruppo di archeologi scopre all’interno delle cave un affresco del XIV secolo, raffigurante un arciere medievale che divenne l'emblema del marchio.

Louis Eugene Pannier fonda la Maison nel 1899 a Epernay. Nel 1937 il figlio di Louis acquista le magnifiche cave medievali di Château-Thierry, tuttora sede de la Maison. Nel 1974 un gruppo di viticultori acquisisce il marchio e Pannier si trasforma in cooperativa. Nel 1999 alcuni archeologi scoprono, all’interno delle cave, un affresco del XIV secolo raffigurante un arciere medievale che diviene l’emblema del marchio.

Terence Kenny, manager della Maison Pannier. Personaggio incredibile Terence, un irlandese newyorkese che da più di vent’anni abita in Francia.

Terence Kenny (al centro), manager della Maison Pannier. Personaggio incredibile Terence, un irlandese newyorkese che da più di vent’anni abita in Francia.


Nelle Cave!

Nelle Cave

5


Brut Sélection Champagne Pannier: Chardonnay per la finezza, Pinot Meunier per la delicatezza del frutto e Pinot nero per la struttura

Brut Sélection Champagne Pannier: Chardonnay per la finezza, Pinot Meunier per la
delicatezza del frutto e Pinot nero per la struttura

7)S’inizia con le riserve: Égérie de Pannier Extra Brut Millésimé 1989.

S’inizia con le riserve: Égérie de Pannier Extra Brut Millésimé 1989.

Brut Blanc de Noirs Millésimé  1998

Brut Blanc de Noirs Millésimé 1998

Égérie de Pannier Rosé de Saignée. Il Rosé de Saignée prevede una fermentazione del mosto a contatto con le bucce dell’uva a differenza dell’altro metodo, detto de mélange o d’assemblage che prevede una l’aggiunta di una parte di vino rosso nella fase di assemblaggio della cuvèe. Naturalmente i Rosé de Saignée fatti come dio comanda possono regalare perle preziosissime, questo Égérie è sicuramente una di quelle!

Égérie de Pannier Rosé de Saignée. Il Rosé de Saignée prevede una fermentazione del mosto a contatto con le bucce dell’uva, a differenza dell’altro metodo, detto de mélange o d’assemblage, che prevede una l’aggiunta di una parte di vino rosso nella fase di assemblaggio della cuvèe. Naturalmente i Rosé de Saignée fatti come dio comanda possono regalare gemme preziosissime!

10)Rosé velours Rare de Saignée. Lo ricordo abbinato a una mousse di frutti rossi. Vino sensuale, c’è poco da dire, da abbinare con le fragole e il resto si può immaginare!

Rosé velours Rare de Saignée. Lo ricordo abbinato a una mousse di frutti rossi. Vino sensuale, c’è poco da dire, da abbinare con le fragole e il resto si può immaginare!

S’iniziano a sciabolare millesimi, inebriato, perdo il senso del tempo, il conto delle annate e delle bottiglie.

S’iniziano a sciabolare millesimi, inebriato perdo il senso del tempo, il ricordo delle annate e delle bottiglie.

1213

La Vallée de la Marne in tutto il suo splendore

La Vallée de la Marne in tutto il suo splendore

Leave a Reply