Feed on
Posts
Comments

1621832_10202450583179577_697828745_nNel 2011 i viticoltori del Consorzio Volontario Tutela Vini DOC Lison Pramaggiore e del Consorzio Tutela Vini del Piave DOC si uniscono per dare vita al Consorzio Vini Venezia. L’obiettivo è palese, unire le forze per valorizzare ancora di più un patrimonio vinicolo importante! In soli 3 anni molti i risultati raggiunti che vanno dal controllo dei costi, al miglior utilizzo delle risorse, anche provenienti dai fondi europei. Ovviamente Vinitaly diventa il palcoscenico ideale per fare il punto sullo stato dell’arte ma soprattutto è occasione irrinunciabile per presentare i progetti presenti e futuri, vediamone alcuni!

Sostenibilità, un progetto concreto!

centralina carbonioIl vigneto è una risorsa ambientale preziosa, un piccolo polmone verde per il nostro pianeta. Il Consorzio Vini Venezia, in collaborazione con il Consorzio Prosecco Doc, partecipa al progetto Winezero, finanziato nell’ambito del PSR, che vede coinvolte le aziende Le Carline, Bosco del Merlo e Perlage Wines, sotto la direzione scientifica del prof. Andrea Pitacco dell’Università di Padova. Scopo di questo progetto pilota è misurare l’impronta carbonica della filiera vitivinicola e dimostrare, per la prima volta al mondo con misure oggettive, che nell’ambito delle emissioni di gas ad effetto serra si può parlare di viticoltura conservativa e sostenibile, se le scelte agronomiche sono ben ragionate e l’efficienza della filiera produttiva viene ottimizzata. Troppo spesso si parla di “sostenibilità” senza riferimenti concreti a come valutarla. Winezero ha messo a punto uno strumento che permette di stimare la quantità di gas a effetto serra prodotta durante un processo produttivo. Nell’estate 2013 è stata installata a Lison (VE), nel vigneto dell’Azienda Agricola Bosco del Merlo di Carlo Paladin & C., una stazione avanzata di monitoraggio dei flussi di energia, vapor d’acqua e anidride carbonica, per accertare i bilanci caratteristici di una coltura agraria importante, quale il vigneto. Sarà possibile scoprire il funzionamento “dal vivo” della stazione di monitoraggio presso lo stand del Consorzio al Vinitaly 2014 dove ne verrà installato un modello in scala ridotta, posizionato in un piccolo vigneto allestito per l’occasione. Il progetto Winezero ed i primi dati rilevati saranno presentati al Vinitaly lunedì 7 aprile alle ore 11.30 presso lo stand della Regione Veneto (Pad. 4 Stand D4-E5).

ViniVenezia_Leone di vetro_bottigliaIl valore della storia!

Quando il vino è espressione del territorio, ne racconta la sua storia, ne esprime la sua cultura e le sue tradizioni. Il Raboso del Piave è una delle espressioni delle Terre del Piave. A questo vino e al suo territorio è dedicato il film “Il Leone di vetro”, regia di Salvatore Chiosi (2013, 100’, produzione Venicefilm, in co-produzione con Cultour Active e RunningTv International e finanziato dalla Regione Veneto). Il film, lungometraggio storico girato in buona parte nei luoghi di produzione del Raboso del Piave Doc e del Malanotte del Piave Docg, oltre al valore storico, culturale e cinematografico, sarà uno strumento attraverso cui valorizzare e promuovere soprattutto all’estero il territorio. “Il Leone di vetro sarà presentato al Vinitaly martedì 8 aprile alle ore 11.30 presso lo stand del Consorzio Vini Venezia (Pad. 4 Stand E3) alla presenza del regista e del cast. Nell’occasione sarà proiettato il trailer del film e sarà presentata l’esclusiva bottiglia di Raboso del Piave Doc realizzata appositamente per il film in edizione limitata. Arrivederci a Verona quindi, dal 6 al 9 aprile 2014.

Leave a Reply